Casier (Tv), imprenditore: «rinuncio a lavori per mancanza di personale»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

16:30 – «Se questa mattina arrivasse un ordine per un progetto non saprei a chi farlo sviluppare». A dirlo è Paolo Menuzzo, presidente di Came, gruppo internazionale di Casier che produce strutture di controllo degli accessi. Lo fa a margine di un evento nella sua azienda al quale ha preso parte anche il presidente di Confindustria Veneto, Matteo Zoppas. Menuzzo riapre il tema spinoso della difficoltà delle imprese venete a reperire figure professionali da inserire in organico.

«Non sono una laurea in ingegneria o un diploma da perito che fa la differenza, le persone devono essere formate dentro le aziende – spiega Menuzzo -. Came impiega oggi 100 ingegneri assunti anche durante la crisi. Ma questi ragazzi giovani, presi all’uscita dell’Università una volta formati spesso ci sono stati sottratti da altre aziende. Ne sono anche orgoglioso ma per noi è un danno».

«Il vero valore di una persona inizia dopo tre o quattro anni dall’assunzione – commenta il presidente di Confindustria Zoppas – e le aziende non sono una somma aritmetica di dipendenti. Il fatto è che adesso il mercato è tornato positivo e questo non lo si poteva prevedere facilmente e dunque l’investimento sul personale, che è un costo fisso, è stato fatto con il contagocce». (Fonte: Ansa – 13:45)

Tags: , ,

Leggi anche questo