Save the Children: «minori veneti, 13,2% in povertà»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

16:00 – Save The Children ha elaborato un focus lanciato da Fuoriclasse in Movimento, rete nazionale di 150 scuole che promuove il confronto tra docenti, alunni e genitori per individuare soluzioni e azioni per contrastare la dispersione scolastica. I dati che emergono non sono così confortanti: i minori in povertà relativa nel Veneto sono il 13,2% e più del 55% non ha opportunità culturali e educative sufficienti, mentre il 6,9% dei ragazzi abbandona troppo presto la scuola.

In 50 anni in Italia si è perso circa un terzo della popolazione in età della scuola dell’obbligo. Nel Veneto, l’indice di vecchiaia oscilla da un minimo di più di 147 anziani ogni 100 bambini (Treviso) a un massimo di oltre 223 (Rovigo). Se il numero totale degli alunni diminuisce, aumenta invece quello dei bambini di origine straniera: in quasi tutte le province il numero di alunni con cittadinanza non italiana è superiore alla media nazionale del 9,2% e raggiunge l’incidenza massima a Verona con il 14,1%.

«La scuola è un luogo chiave nell’infanzia di ogni bambino: è qui che i talenti e le relazioni vengono sviluppati, è qui che sono gettate le basi del loro futuro. – rileva Valerio Neri, dg di Save the Children -. Oggi continuiamo a trovarci di fronte a una scuola che, a volte, alimenta le disparità».

In Veneto l’incidenza di alunni non ammessi al successivo anno delle scuole medie va dal 2,2% di Verona a circa il 4% di Rovigo. Alle superiori il numero di bocciati va dal 6,85% di Rovigo all’8,3% di Verona. L’84,2% degli iscritti ottiene una qualifica (83,3% in Italia); più di 1 ragazzo su 2 (55,1%) tra i 6 e i 17 anni non arriva a svolgere, in un anno, quattro delle seguenti attività culturali: lettura di almeno un libro, sport continuativo, concerti, spettacoli teatrali, visite a monumenti e siti archeologici, visite a mostre e musei, accesso a internet. (Fonte: Ansa – 12:04)

Ph: twitter @MsRemaRuiz

Tags: ,

Leggi anche questo