Melegatti, ecco chi sono i nuovi investitori

L’attività produttiva di Melegatti ricomincerà ufficialmente lunedì 20 novembre prossimo, alle 6 di mattina, con il primo turno di lavoratori. Come scrive Samuele Nottegar sul Corriere di Verona di oggi a pagina 21, la società dolciaria di San Giovanni Lupatoto (Verona), ferma da mesi a seguito della crisi finanziaria, dei debiti e delle lotte fra i soci, quest’anno vedrà l’arrivo di nuovi investitori. Il nuovo avvio, appena in tempo, dell’azienda è stato comunicato da Luca Quagini, fondatore della società di consulenza Sdg Group e nuovo direttore generale di Melegatti, che ha detto: «abbiamo portato a casa un risultato di grande importanza per questa azienda, che ha segnato un pezzo di storia della nostra cultura gastronomica e che continuerà senz’altro a farlo». Un mese fa partiva il progetto di salvataggio dell’azienda, racconta Quagini: «ho letto delle proteste dei lavoratori sotto la prefettura. Ho pensato che andava fatto qualcosa: ho contattato i miei partner e abbiamo messo in piedi il progetto. Poi, ci siamo messi in contatto con la proprietà».

I partner a cui fa riferimento Quagini, nuovi investitori di Melegatti, sono Emanuele Facile, amministratore delegato di Advam Sgr (società che ha garantito la liquidità di 6 milioni di euro per l’operazione), e Alessandro De Luca di Financial Innovation Team spa. «la nostra proposta è risultata vincente – dice Quagini – perché abbiamo puntato da subito sulla continuità», riferendosi anche alla mini campagna natalizia che dovrebbe portare l’azienda a produrre entro il 10 dicembre 1 milione e 575 mila dolci. Dopo il Natale, sarà la volta della Pasqua, e si dovrà anche affrontare il tema del nuovo stabilimento di San Martino Buon Albergo, focalizzato sui dolci non da ricorrenza. L’obiettivo primario dei nuovi investitori è uscire dalla procedura commissariale e portare Melegatti verso una nuova fase di crescita.