Nuovo ospedale Padova, oggi tavolo decisivo

Si terrà stamattina a Palazzo Balbi il tavolo degli enti che, nelle intenzioni del governatore del Veneto Luca Zaia, dovrebbe arrivare ad una decisione definitiva sul progetto di nuovo ospedale a Padova. Come scrive Claudio Malfitano sul Mattino a pagina 15, dopo mesi e mesi di tira e molla, la soluzione che vede i principali attori concordi (escluso il presidente della provincia Enoch Soranzo), è lo sdoppiamento dei poli con 900 posti letto ciascuno: nell’attuale sito di via Giustiniani sorgerebbe una nuova Pediatria, una nuova torre del Pronto Soccorso lo Iov e il parco delle Mura mentre a San Lazzaro (Padova Est) andrebbe il polo della ricerca, dell’innovazione e dell’insegnamento.

Il maggiore ostacolo è lo scontro tra Comune e Regione sulla cessione delle aree di Padova Est che sono state valutate  tra i 25 e i 30 milioni di euro. La Regione le vorrebbe gratis ma il sindaco Sergio Giordani si oppone sostenendo che all’amministrazione servono 10-12 milioni per completare l’Arco di Giano, un’opera viaria di collegamento che potrebbe fungere anche a collegare i due poli ospedalieri. Per superare l’impasse spunta l’ipotesi dello scambio di aree con il conferimento di terreni o beni della Regione: Azienda ospedaliera e Università hanno infatti gran parte dei terreni di via Giustiniani che potrebbero andare al Comune per realizzare il Parco delle Mura.