Cona, 100 profughi dallo psicologo

Sono iniziate ieri le visite mediche svolte da due psichiatri messi a disposizione dell’Usl 3 e dalla Regione per verificare le condizioni psicofisiche di un gruppo di ospiti del campo profughi di Cona. Come scrive Carlo Mion a pagina 33 de La Nuova Venezia, entro la settimana gli specialisti valuteranno la compatibilità della permanenza nel centro di una cinquantina di stranieri che mostrano segni di cedimento psichico.

Chi di questi sarà giudicato più provato fisicamente dalla permanenza nel campo, sarà quindi spostato nella lista dei cento che saranno spostati in strutture più piccole. Oltre alle condizioni psicofisiche sarà valutata l’anzianità di permanenza. I cento migranti selezionati saranno quindi trasferiti in tutte le altre provincie del Veneto (eccetto  Treviso) una decina di giorni dopo le visite.

Tags: ,