Il “bacaro” veneziano entra nel dizionario italiano

17:00 – Conosciuto ormai anche dai turisti internazionali che amano Venezia, il termine “bacaro”, con cui si intende la tradizionale osteria veneziana, è stato accolto nel vocabolario della lingua italiana “Zingarelli“, edito da Zanichelli, che compie 100 anni di storia. Un avvenimento che la casa editrice celebrerà a Padova domani, 30 novembre, con un incontro al Liceo Scientifico Statale Enrico Fermi in Corso Vittorio Emanuele II. All’evento interverranno il lessicografo e curatore dello Zingarelli, Mario Cannella, e il linguista e critico letterario Massimo Arcangeli.

L’anniversario del vocabolario della lingua italiana diventerà così occasione per un viaggio intorno alla parole, per fare il punto con gli studenti su passato, presente e futuro del nostro idioma, tra neologismi, vocaboli perduti e forme del lessico comune derivate dalle forme dialettali, come i “venetismi“. Il “bacaro” veneziano ne è l’ultimo esempio. Ma nel corso degli anni erano già entrate nel vocabolario della lingua italiana, tra le altre, “ciacolare” per chiacchierare, ciarlare; “pearà“, salsa tipica della cucina veneta, a base di pane raffermo grattugiato e midollo di bue; “tocio” per intingolo, sugo, e “schei” per quattrini. (Fonte: Ansa 15:17)

ph. Marco Secchi/Alamy

Tags: , ,

Leggi anche questo