Kim lancia missile balistico: «può colpire gli Usa»

Questa notte intorno alle ore 3 locali, la Corea del Nord ha effettuato un nuovo test di un missile balistico intercontinentale (ICBM) modello Hwasong-15. Il lancio è avvenuto nei dintorni della città di Pyongsong a pochi chilometri della capitale Pyongyang. La traiettoria del missile è stata artificialmente innalzata verso l’alto per non provocare i paesi vicini e per dimostrare al mondo la gittata del razzo. Secondo gli esperti infatti, se sparato su una traiettoria longitudinale, l’ICBM, se armato con una testata atomica, sarebbe in grado di raggiungere la costa occidentale degli Stati Uniti e le sue principali città.

Il missile ha raggiunto l’altezza di 4,475 km e ha volato per 950 km per 53 minuti cadendo in mare nella zona economica esclusiva del Giappone a 250 km dalle sue coste. Il lancio è il primo dopo una pausa di 72 giorni. Giappone, USA e Corea del Sud (che ha sparato tre missili di precisione in un poligono come risposta) hanno condannato il test mentre i media della Corea del Nord hanno celebrato il suo successo come un passo avanti nella difesa del paese dalle mire imperialistiche di Washington.

Tags: