Peschiera, in hotel il primo robot receptionist

Un robot alla reception. Non è un film, ma una realtà al Parc Hotel del Garda. Pepper, questo il suo nome, sarà il primo receptionist non umano d’Italia. Come riporta L’Arena di Verona a pagina 24, il suo compito sarà quello di accogliere i clienti e informarli sulle attività che si possono svolgere in albergo. Secondo i suoi creatori sa cantare, ballare ed è persino dotato di senso dell’umorismo. «Abbiamo scelto il robot invece che un semplice tablet- dice Luca Fusi, responsabile marketing della catena di alberghi -perché emula la presenza umana ed è programmato per rispondere alle domande dei clienti con la voce e con i gesti invece che attraverso l’immissione di dati in uno schermo. È una soluzione più diretta e calorosa e poi sarà sicuramente apprezzata anche dai bambini».

Pepper sarà collaudato a partire dal 4 dicembre con l’obiettivo di renderlo operativo per la prossima primavera. Il robot umanoide è prodotto dall’azienda giapponese SoftBank Robotics e l’idea di utilizzarlo nel settore dell’ospitalità è nata dal Ciset (Centro internazionale studi sull’economia turistica) dell’Università Ca’ Foscari di Venezia in collaborazione con Promoservice, web agency di Treviso. Se Pepper darà riscontri positivi, potrebbe essere utilizzato anche per altre mansioni come il servizio ai tavoli o la gestione di buffet e banchetti.

ph. Softbank Robotics/Youtube

Tags: ,

Leggi anche questo