Mirano, muore durante operazione al cuore “in diretta”

Un uomo di 77 anni, residente nella provincia di Vicenza, cardiopatico, ha avuto un ictus nel corso di un’operazione all’ospedale di Mirano (Ve), andando in coma. Come scrive il Corriere del Veneto a pagina 10, l’anziano si doveva sottoporre a un intervento cardiochirurgico solitamente considerato facile: l’installazione di una protesi sulla parete dell’atrio sinistro. L’intervento è anche stato ripreso in un video, probabilmente per poterlo poi proiettare in qualche corso specialistico o all’università. Le condizioni sono peggiorate fino al decesso del paziente, ma non è chiaro quale sia stata la causa scatenante. Il pm di turno Rosa Gaetana Liistro ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, iscrivendo sul registro degli indagati tutti i medici e gli infermieri che in quel momento erano in sala operatoria, per un totale di 11 persone.

L’autopsia sarà eseguita lunedì prossimo, i magistrati cercano di ricostruire in fase preventiva tutti sanitari che possano aver avuto qualche ruolo nella vicenda.  È stata la stessa Usl 3 Serenissima a segnalare l’episodio al magistrato di turno. «Si trattava di un paziente con una storia clinica complessa, recentemente trattato dalla équipe cardiologica di Mirano, in quanto non era in grado di tollerare una terapia farmacologica anticoagulante – ha dichiarato l’Usl 3 – per escludere la formazione di una trombosi, condizione che sarebbe stata fatale per il paziente stesso». Il decesso, ha spiegato l’azienda, è avvenuto «per una complicanza improvvisa»