Musei Vicenza, concorso truccato: indagato Villa

Il professore universitario Giovanni Carlo Federico Villa, direttore onorario dei Musei civici di Vicenza e membro del cda della Fondazione Roi, è indagato con l’accusa di abuso d’ufficio. Come scrive Diego Neri a pagina 16 del Giornale di Vicenza, nel mirino dell’inchiesta della magistratura c’è un presunto caso di conflitto di interessi. Villa era infatti un membro della commissione d’esame che aveva decretato come vincitrice del bando per un posto di istruttore direttivo dei Musei la ricercatrice Chiara Signorini, che aveva lavorato con lui dal 2011 al 2016 alla Fondazione Roi.

Ieri le fiamme gialle si sono recate negli uffici del Comune e a Palazzo Chiericati per acquisire tutta la documentazione relativa al bando di concorso per titoli ed esami pubblicato da Palazzo Trissino lo scorso febbraio e conclusosi l’8 giugno. Sull’indagine è stato posto il segreto istruttorio. Villa fu inizialmente assunto dalla Fondazione Roi per il ruolo di direttore scientifico dei Musei. Ma essendo membro del cda della fondazione stessa (e anche per via dei tagli operati dal nuovo presidente della Roi Ilvo Diamanti), il professore rinunciò al compenso e decise di lavorare gratis come direttore onorario (qui un approfondimento).