Renzi: «il problema delle banche non era il Pd»

«Il problema delle banche non era il Pd. La commissione d’inchiesta ieri lo ha dimostrato: avevamo ragione noi, qualcosa non ha funzionato». Così Matteo Renzi in diretta su Circo Massimo su Radio Capital, in merito alle posizioni espresse in passato sul tema banche e in particolare sulle critiche al governatore di Banca d’Italia Ignazio Visco, da poco riconfermato nel suo incarico, nonostante la mozione contraria dei democratici.

«Chi è intellettualmente onesto deve riconoscere che la battaglia che avevamo fatto non era basata su simpatie e antipatie ma su dati di fatto – continua il segretario dem -. Noi non abbiamo commesso nessun pasticcio. E non abbiamo alcuna esigenza di riaprire la discussione né le polemiche su Bankitalia. Il Pd esce a testa alta».

Quanto al ruolo della sottosegretaria Maria Elena Boschi su Banca Etruria, Renzi ha chiarito che «ieri il procuratore di Arezzo Roberto Rossi ha spiegato che non c’è nessun profilo penale sul padre di Boschi (Pierluigi, ex vicepresidente della banca ndr.) evidenziando piuttosto le responsabilità di Bankitalia. Questa vicenda è stata considerata come grande alibi per non affrontare il vero problema e cioè che un sacco di famiglie e risparmiatori sono stati fregati. Boschi ha parlato in Parlamento. Il luogo per avere giustizia e per chiarire definitivamente saranno le querele».

 

 

Tags: