Verona, picchia genitori: condannato “guru” buddhista

4 anni e 8 mesi e 4mila euro di multa. Questa, scrive l’Arena a pagina 17, la condanna che il tribunale di Verona ha inflitto ieri in rito abbreviato nei confronti di un “predicatore buddhista” accusato di maltrattamenti sui famigliari. Due anni fa, rientrato in Italia dopo un periodo all’estero, l’uomo è entrato in conflitto con i fratelli sulla gestione del patrimonio di famiglia. Per prenderne il controllo, il 48enne minacciava di picchiare i fratelli e il padre 8oenne arrivando a prenderli a pugni in varie occasioni anche in pubblico. In casa secondo le testimonianze dei suoi famigliari, l’uomo dava spesso in escandescenze rivolgendo loro insulti e distruggendo l’arredo di casa.

Il clima di terrore si protrasse per un periodo di 5 mesi nel 2015 fino all’agosto di quell’anno. Nei confronti del 48enne fu avanzata la richiesta nel gennaio del 2016 di una misura cautelare. Che non venne però attuata poichè l’uomo nel frattempo era stato nuovamente all’estero per dei corsi di meditazione e da allora il suo atteggiamento nei confronti dei famigliari era radicalmente cambiato. Il 48enne era infatti diventato un “guru” di “armonizzazione cosmica” e non creava più problemi ai genitori con i quali viveva per mancanza di un reddito. Tuttavia le accuse per i precedenti maltrattamenti erano ancora in piedi e il guru è stato ieri condannato di conseguenza.

(ph: dplay-south-prod-images.disco-api.com)

Tags: ,