«Osteria senz’oste, un luogo che solo lo Stato poteva rovinare» [VIDEO]

Gianluigi Paragone, giornalista, scrittore e conduttore televisivo, ha pubblicato un video sul suo profilo Facebook dove parla dell’Osteria senz’oste di Valdobbiadene (Treviso) Delle vicissitudini del proprietario Cesare Di Stefani con il fisco ne aveva parlato anche durante la sua trasmissione La Gabbia.

«Questa è l’osteria senz’oste. E’ un luogo magico: tu entri e sei libero di consumare quello che vuoi. Pane, salumi, vini… C’è indicato un prezzo simbolico, che è quello che costa al titolare. Tu arrivi, bevi e consumi e se hai voglia paghi. Se sei rimasto soddisfatto paghi, altrimenti sei libero di andartene. Se paghi, siccome Cesare ha avuto grossi problemi con il fisco, c’è un registratore di cassa dove puoi testimoniare che hai pagato e lui paga tutte le tasse».

«Questo è un luogo che soltanto lo Stato poteva rovinare con un’oppressione fiscale assurda, con un controllo fiscale che guarda il caso, sulle multinazionali non viene fatto. Ricordiamo che Cesare ha un contenzioso ancora aperto. Dovete pretendere che le tasse siano pagate dalle banche e dalle multinazionali e non fare la guerra dei poveri». «C’è una chitarra – conclude ironico Paragone – ma è meglio non suonarla altrimenti arriva pure la Siae».