Rapporto Censis, italiani rancorosi e politici “acchiappa like”

Secondo il 51esimo rapporto sulla situazione sociale italiana del Censis, l’Italia è finalmente uscita dalla crisi economica. Come riporta l’Huffington Post di ieri, è l’industria a trainare la ripresa, con un aumento del 2,3% della produzione nel primo semestre 2017 (tra i primi in Europa davanti anche a Germania, Francia e Regno Unito); bene il settore manifatturiero, che supera la produttività dei servizi, e vola l’esportazione del made in Italy, con in testa aziende di moda, alimentare, arredo.

Il dividendo sociale della ripresa economica non è però distribuito, la mobilità sociale è bloccata e cresce il rancore. L’87,3% degli italiani di ceto popolare pensa che sia difficile salire nella scala sociale e il 71,5% che sia facile scendere. Numeri simili si ritrovano anche nei ceti medio-alti. Sono oltre 1,6 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta, il 96,7% in più rispetto ai periodi pre-crisi, mentre gli individui in povertà sono 4,7 milioni. I politici, secondo il Censis, arrancano e vanno a caccia di like sui social network, mentre per il secondo anno consecutivo la popolazione italiana è diminuita, con un nuovo record negativo di nascite (473.438) e un invecchiamento generale degli italiani.

 

Tags: