BpVi e Vb, 1,5 milioni di conti ad Intesa

1 milione e 420 mila Iban di cui 840 mila dell’ex Banca Popolare di Vicenza e 580 mila dell’ex Veneto Banca, migreranno nei prossimi giorni in Intesa San Paolo. Come scrive Eleonora Vallin sul Mattino a pagina 8, l’operazione è la chiave di volta dell’accorpamento in Intesa dei due istituti deciso con decreto lo scorso 26 giugno. I giorni del passaggio saranno il 7, l’8 e il 9 dicembre ma i conti potranno essere pienamente usufruibili solo dall’11 dicembre. Prima del maxi passaggio, nel weekend del 25-26 novembre alcune filiali erano state già integrate in via sperimentale.

Il passaggio non è obbligatorio: ogni cliente delle ex venete può infatti decidere di esercitare il diritto di recesso e non tenere il conto in Intesa. Il recesso ha effetto dal 31 marzo 2018. Sarà possibile invece chiedere il trasferimento senza spese dei conti corrente fino al 28 febbraio 2018. Gli accrediti saranno trasferiti al nuovo iban mentre i bancomat continueranno a funzionare fino al 31 marzo 2018 ma con un limite di prelievo (senza commissioni) di 250 euro al giorno. Per il passaggio Intesa ha attivato due numeri verdi: 800.023555 per gli ex BpVi e 800.373797 per gli ex Veneto Banca. Informazioni reperibili su www.intesasanpaolo.com.