Ghizzoni (ex Unicredit): «troppi ladri nelle banche»

«Non voglio giustificare nessuno, tanto meno i ladri che ci sono e vanno puniti in modo esemplare. Ma se le banche italiane hanno cominciato a vendere obbligazioni in casa ai clienti, in modo anomalo, lo hanno fatto per necessità». Così, in un’intervista a Roberto Napoletano su Libero a pagina 2, l’ex ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, interviene sulla crisi di liquidità e la contrazione del credito degli istituti bancari nostrani. «Bisogna prendere atto che nel 2011 ci fu un problema drammatico di proporzioni mai viste in termini di liquidità e che quel problema si è trascinato anche dopo, perchè ha inciso sulla fiducia», continua Ghizzoni.

«Voglio essere ancora più chiaro – aggiunge l’ad – questa prassi è deprecabile e la condanno, ma c’è chi lo ha fatto perchè non aveva alternative e riteneva di poter ripagare. Alla fine, l’unico modo per fare provvista di lungo termine per questi, è stato quello di utilizzare il canale retail. Se no nessuno ti dà niente».