Sei un 20enne italiano? Ecco quando andrai in pensione per l’Ocse

L’Ocse, organizzazione per la Cooperazione e lo sviluppo economico, che conta ad oggi 35 Paesi membri, prevede che l’Italia sarà uno di quei Paesi che adeguerà l’età pensionabile alla speranza di vita. Secondo i loro dati, quindi, un ragazzo di 20 anni che ha iniziato a lavorare nel 2016, andrà in pensione più o meno nel 2067, cioè a 71 anni. Questo perché,ad oggi, da noi in media si esce dal lavoro prima dei 63 anni. Confrontando l’età pensionabile legale con quella effettiva nel 2016, lo studio dell’Ocse ha infatti constatato che l’Italia ha il divario più alto, 4,4 anni.

In tutta Europa ci sono state riforme che hanno modificato l’età pensionabile, ma non basta. Ulteriori misure sono necessarie per far fronte agli effetti dell’invecchiamento della popolazione e alla natura cangiante del lavoro, scrive l’organizzazione sul suo sito. Il prolungamento dell’età pensionabile non riguarda solo l’Italia. In Danimarca si andrà in pensione a 74 anni, in Irlanda e Finlandia a 68.

Fonte: Repubblica.it

Tags: