Marghera (Ve), risse in centro: accoltellata donna incinta

Due episodi di violenza e sangue sono avvenuti in centro a Marghera. Anche una donna incinta è stata coinvolta in una rissa. Come scrive Carlo Mion su La Nuova Venezia, prima c’è stato uno scontro tra un marocchino e un tunisino al centro Gardenia, dove si possono trovare vestiti e buoni pasto della Caritas. Il tunisino è scappato dopo aver accoltellato il marocchino, che è stato portato al pronto soccorso dopo aver perso molto sangue. Quasi nello stesso momento in piazza Mercato, poco lontano, una coppia di italiani è stata aggredita da un magrebino. Secondo la testimonianza degli avventori del bar San Marco, l’uomo è solito inveire contro i passanti, che di solito lo ignorano. Questa volta però l’uomo ha reagito ed è scaturita una rissa.

Il magrebino ha estratto un coltello ferendo l’uomo alla mano e la moglie incinta a una guancia. L’aggressore a sua volta è stato colpito con colpi al torace e alla schiena e versa ora in gravi condizioni in ospedale. Il presidente della Municipalità di Marghera Gianfranco Bettin ha definito questi episodi come «un segnale molto preoccupante, che purtroppo segue a molti altri a dimostrazione che la situazione rischia pericolosamente di andare fuori controllo troppe volte anche nel cuore della città (oltre che in certi rioni).  Va quindi fortemente potenziato il controllo da parte delle forze dell’ordine, soprattutto in chiave preventiva, e vanno affinati gli interventi conseguenti, allontanando definitivamente con espulsioni efficaci gli stranieri che delinquono e sanzionando come meritano gli italiani coinvolti».

Tags: ,