Medici di base: «pronti a revocare sciopero»

Dopo un lungo braccio di ferro durato mesi, sembra arrivata la tregua fra medici di base e Regione. Come scrive Martina Zambon sul Corriere del Veneto a pagina 2, i camici bianchi hanno annunciato ieri al tavolo convocato dal direttore regionale della sanità, Domenico Mantoan, di essere pronti a ritirare la tre giorni di scioperi previsti dalla categoria per il 13, 14 e 15 dicembre. Lunedì prossimo i medici presenteranno le proprie richieste all’assessore regionale alla sanità Luca Coletto e scioglieranno il nodo.

«L’incontro a Palazzo Balbi è stato fruttuoso e costruttivo. – scrivono le quattro sigle sindacali dei medici di base impegnate nella trattativa – Sono stati affrontati tutti i temi sollevati dai medici di medicina generale e su moltissimi è stata trovata un’intesa. Sarà compito della politica tracciare la via di attuazione l’11 dicembre. Al momento ci sentiamo ottimisti circa la possibilità che lo sciopero possa essere sospeso». I medici di base chiedono alla Regione garanzie per la privacy dei pazienti nel passaggio al digitale delle ricette e dei fascicoli e di non essere estromessi dalle strutture sanitarie intermedie (case di riposo, ospedali di comunità etc). ma l’intesa ieri è stata raggiunta sulle Medicine di Gruppo: se gli ambulatori non saranno subito aperti 12h o 24h, la Regione ha promesso gradualità fino ad arrivare a 10h.