«Mozzecane (Vr), miasmi di benzina: non si respira»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

E’ allarme a Mozzecane (Verona) sulle esalazioni di benzina emanate dalla ditta di stoccaggio di carburante nel centro del paese. Come scrive Nicolò Vincenzi su l’Arena a pagina 30, ieri in municipio si è tenuta un’assemblea pubblica per affrontare il problema. I cittadini hanno espresso all’amministrazione comunale la preoccupazione per la propria salute. Dalle indagini ambientali erano emersi infatti alcuni superamenti, in due punti all’interno del sito, dei limiti di idrocarburi pesanti, benzene, toluene e xilene. Il Comune ha assicurato che, dopo la messa in sicurezza, la falda idropotabile non è a rischio. L’amministrazione ha inoltre promesso la propria disponibilità ad ascoltare i cittadini e a svolgere ulteriori monitoraggi.

A preoccupare maggiormente i residenti è la qualità dell’aria ma per l’Ulss 9 tuttavia i limiti di inquinanti sarebbero rispettati e non ci sarebbero rischi per la salute. I residenti denunciano infine l’aumento del traffico delle autocisterne: «ne arrivano in paese anche 40, 50 al giorno e creano lunghe code – raccontano i cittadini – Ci sentiamo impotenti. Respiriamo quell’aria e tante volte ho il vomito. È una situazione che ormai è diventata insostenibile tanto da non permettere di tener aperte le finestre. Le esalazioni certi giorni della settimana sono davvero insopportabili». L’impianto di stoccaggio sarà trasferito in un’area industriale per far posto a delle case residenziali ma i tempi non sono ancora certi.

Tags: ,

Leggi anche questo