Avvelenati dal tallio comprato nel Padovano, arrestato nipote

15:45- Mattia Del Zotto, il giovane arrestato dai carabinieri con l’accusa di aver avvelenato la sua famiglia con del tallio, l’avrebbe acquistato da un’azienda del Padovano. La vicenda, avvenuta a Nova Milanese, risale a qualche tempo fa. I primi a sentirsi male sono stati i suoi nonni e la zia, poi deceduti. In seguito è stata la volta di Laura Del Zotto e di Enrico Ronchi, rispettivamente sorella minore e vedovo di Patrizia Del Zotto, e della badante di famiglia Serafina Pogliani, finiti in ospedale per avvelenamento. Infine anche i nonni materni, Alessio Palma e Maria Lina Pedon, 83 e 81 anni, sono stati ricoverati in ospedale per lo stesso tipo di avvelenamento. Proprio a casa di questi ultimi gli inquirenti hanno sequestrato una miscela di erbe per infusi contaminate da tallio.

I carabinieri hanno spiegato: «abbiamo proceduto all’arresto per scongiurare altre possibili vittime». La madre avrebbe raccontato agli inquirenti che il figlio le avrebbe rivelato di non essere più cattolico: «ci ha detto che sta seguendo una religione che non ci ha dettagliato. La mia deduzione è che si tratti di una specie di setta. Questo nuovo stile di vita è ispirato, a suo dire e se non ricordo male, da un gruppo chiamato “Concilio Vaticano II“». Nel provvedimento, infatti, si descrive il profilo del giovane e si parla di «alcuni tratti di rigidità legati allo stile di vita e alle convinzioni religiose» che hanno preso il sopravvento tanto che «è improvvisamente diventato introverso ed ha intrapreso un percorso di chiusura (…) con tutti, parenti compresi».

La madre ha inoltre raccontato che Mattia aveva smesso di andare in palestra e non usciva più dalla sua camera dove trascorreva numerose ore davanti al computer. Era diventato silenzioso e schivo. Sempre secondo la deposizione di mamma Cristina, in una occasione, il 27enne avrebbe fatto ascoltare alla madre un audio con una voce metallica: «il contenuto non lo ricordo, quella voce mi faceva paura» ha spiegato la donna ai carabinieri, ed ha aggiunto «ai funerali dei nonni non è nemmeno venuto. Sono anni che non entra in una chiesa». (Fonte: Ansa – 14:41)

Tags: