«Chiusura S. Stefano e 1 gennaio? Un contentino»

Il parroco di Dese (Venezia) Don Enrico Torta (in foto), in prima linea da anni sulla rivendicazione del riposo domenicale e festivo, attacca i centri commerciali veneziani che hanno scelto di tenere chiuso a San Silvestro e Santo Stefano: «ci fanno l’elemosina per rifarsi la verginità».

Come scrive Marta Artico su la Nuova di Venezia di oggi a pagina 25, sul Valecenter di Marcon, l’Auchan di Mestre e Nave de Vero di Marghera, Don Torta non le manda a dire: «prolungano l’orario e fanno lavorare tutto il mese. Ci hanno preso tutte le domeniche e ora ci danno un contentino, un po’ come le banche venete stanno facendo con le persone che hanno messo in ginocchio».

Secondo Don Torta sarebbe necessaria una legge nazionale in merito, «nei paesi avanzati nei giorni festivi si sta a casa. Perché da noi no?»