Abano, primo centro veneto per cambio sesso

Il Policlinico privato-convenzionato di Abano diventerà il primo polo veneto per il cambio di genere. Come scrive Sabrina Tomè sul Mattino, al centro, che sarà operato da un team multidisciplinare di specialisti, verranno stanziati 600 mila euro suddivisi in tre anni a partire dal 2018. Il polo si occuperà di informare e seguire passo passo il paziente nella preparazione psicologico-clinica all’intervento chirurgico per il cambio di sesso e offrirà anche un servizio di monitoraggio post-operatorio.

Ad annunciare la decisione dell’apertura del centro, è stato ieri l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto definendola «una scelta di scienza e modernità». «Siamo di fronte a una nuova eccellenza tutta veneta», ha aggiunto, la presa in carico totale del paziente «è assolutamente indispensabile» si tratta di «un servizio di alta specializzazione a disposizione di persone che si trovano in una condizione del tutto particolare».