Ospedali veneti, medici in sciopero: visite a rischio

Oggi anche i medici ospedalieri del Veneto incroceranno le braccia per lo sciopero di 24 ore indetto dalla categoria a livello nazionale per protestare contro i tagli alla spesa sanitaria, il blocco del contratto e del turn-over, il ricorso al precariato e i turni di lavoro usuranti. Come scrive Michela Nicolussi Moro sul Corriere del Veneto a pagina 5, gli ospedalieri non sono obbligati a notificare in anticipo se sciopereranno o meno: a rischio saranno così le prenotazioni per interventi chirurgici, visite specialistiche, esami strumentali e diagnostici, controlli, accertamenti non urgenti.

Saranno garantite solo le urgenze come previsto dalla legge. Stamattina sono previste manifestazioni e assemblee in tutti gli ospedali del Veneto, ma il centro della protesta sarà l’Azienda ospedaliera di Padova che dalle 11 alle 13 ospiterà il sit-in dei coordinatori veneti delle sigle coinvolte. A scioperare oggi saranno anche i veterinari delle Usl che come i loro colleghi garantiranno solo i servizi essenziali.