Biotestamento, Gardini (FI): «si scrive Dat, si legge eutanasia»

«Questo governo di finti moderati impone di fatto l’eutanasia e rende i deboli più deboli. Una vergogna nascosta da una valanga di bugie». È il commento di Elisabetta Gardini, capogruppo di Forza Italia al Parlamento Europeo all’approvazione della legge sul biotestamento. «Non abbiamo in Italia un’emergenza accanimento terapeutico – prosegue Gardini -. Piuttosto, come raccontano troppe storie arrivate agli onori della cronaca, nel nostro Paese si rischia l’abbandono terapeutico».

«D’ora in poi i medici, come accade già in altre parti d’Europa, prima di effettuare una rianimazione vorranno sapere qual è la volontà del paziente. E, siccome questo richiede tempo, aumenterà la mortalità. Ci eravamo tutti indignati per la storia di Charlie Gard», chiosa l’eurodeputta azzurra -. «Tranquilli, d’ora in poi la legge italiana permetterà l’eutanasia anche dei minori. Mandiamo a casa questi Giuda e, una volta tornati al governo, ristabiliamo il primato della vita».