Susegana (Tv), disarma e mette in fuga rapinatori

Avevano tentato una rapina a mano armata in una sala slot di Susegana. Ma il gestore ha reagito prontamente mettendoli in fuga. L’episodio, scrive Diego Bortolotto su La Tribuna a pagina 2, è avvenuto poco dopo la mezzanotte di mercoledì, nella sala slot “Mirage”, in via Conegliano. Due uomini africani a volto coperto e con gli occhiali da sole hanno seguito il proprietario dell’attività Romeo Antoniazzi, un cinquantenne di San Vendemiano, fin dentro il suo ufficio. Quest’ultimo, che aveva già fiutato il pericolo, ha premuto il pulsante anti-rapina prima che i due rapinatori estraessero le pistole minacciandolo di morte e intimandogli di consegnare l’incasso. Ma Antoniazzi ha respinto a muso duro le richieste dei due malviventi riuscendo a disarmarne uno scoprendo così che le armi erano giocattoli.

E’ scoppiata una violenta colluttazione durante il quale il cinquantenne si è preso un pugno in testa. Tuttavia il titolare non ha desistito e ha rincorso i ladri mentre fuggivano fuori dal locale tirandogli addosso prima una lampada e poi un vaso di vimini. I due hanno però fatto perdere le loro tracce prima dell’arrivo delle forze dell’ordine sul posto. Ricoverato per la notte in pronto soccorso, Antoniazzi ha consegnato il giorno dopo i filmati di videosorveglianza agli investigatori. L’ipotesi è che si tratti della stessa banda che aveva rapinato sabato sera l’Old Wild West di Silea portando via 6 mila euro. I due malviventi sono ora ricercati in tutta la Marca.