«Boschi? Vista una volta. Renzi? Ho cercato di incontrarlo ma niente»

Durante l’audizione in commissione banche, l’ex ad di Veneto Banca, Vincenzo Consoli, ha ammesso di aver cercato di parlare con l’allora premier Matteo Renzi «per dirgli di stare attento a una riforma delle banche popolari fatta in tempi così brevi». Ma l’incontro non ebbe mai luogo e Consoli conferma di non averlo mai visto: «recentemente gli ho scritto due lettere ma non ho mai ricevuto risposta».

Cosa diversa invece per quanto riguarda la ministra Maria Elena Boschi: «avevamo saputo che Banca Etruria aveva ricevuto una lettera simile alla nostra (dove si chiedeva la fusione con BpVi). Trinca conosce l’allora presidente dell’Etruria, Giuseppe Fornasari che ci porta a casa del’allora vicepresidente, Pier Luigi Boschi. Mentre eravamo li è arrivò la figlia Maria Elena, si sedette ma non disse una parola. Dopo 15 minuti se ne andò e non l’ho mai più vista». Nel 2015, invece, ci fu una telefonata con Pier Luigi Boschi «dove mi disse di aver parlato con qualcuno della vigilanza romana di Banca d’Italia» in merito alla possibile fusione con Vicenza.