Pfas, Regione Veneto sospende plasmaferesi su contaminati

18:45 – La Regione Veneto ha deciso di sospendere la procedura di plasmaferesi sulle persone contaminate da Pfas. L’annuncio è stato dato a Padova dal direttore generale della sanità regionale Domenico Mantoan mentre gli uomini dei Nas stavano acquisendo a Venezia, negli uffici regionali, materiale documentale sulla questione. Mantoan non ha nascosto che lo stop alla plasmaferesi è stato stabilito in polemica con il ministro Lorenzin.

La titolare del dicastero della Salute ieri ha detto: «la plasmaferesi è una terapia fortemente invasiva e la Regione Veneto prima di sottoporre le persone a questo trattamento per agire contro gli agenti inquinanti chimici Pfas e Pfoa trovati nel sangue dei cittadini, avrebbe dovuto procedere ad una preventiva sperimentazione, in particolare nei confronti dei bambini e degli adolescenti». Mantoan oggi risponde: «siamo sempre disponibili ad un confronto purché questo avvenga sul piano tecnico-scientifico. Ora attendiamo che il ministro chiarisca su quali basi scientifiche ha ritenuto di basare le sue dichiarazioni. Nel frattempo noi sospendiamo l’erogazione della terapia». (Fonte: Ansa: 14:27)