Vicenza, Cannabis store: assessore Rotondi indignato

Ha aperto ieri a Vicenza, in via Gorizia, il “Cannabis store Amsterdam“, primo negozio in Veneto di un franchise Campano che vende prodotti alimentari a base di cannabis. Come scrive Paolo Mutterle sul Giornale di Vicenza di oggi a pagina 24, non c’è nessuna droga illegale in vendita, solo prodotti con principio attivo sotto il limite di legge (Thc inferiore a 0,2%), come panettoni, lecca-lecca, biscotti, tisane, erbe e semi da collezione. Negozi del genere esistono già da anni, uno anche in contra’ Ponte delle Bele, sempre a Vicenza, ma a far discutere è soprattutto il luogo scelto per l’apertura, vicino a Campo Marzo, piazza dello spaccio al centro di numerosi episodi di cronaca.

Il proprietario si difende: «con questi prodotti è impossibile sballarsi, tutto perfettamente legale». E sulla zona dove ha aperto risponde: «ho scelto via Gorizia perché è pedonale, vicina al centro e con un buon passaggio. Le critiche portano più affari». L’insegna però è stata esposta senza attendere l’autorizzazione, e questo porterà ad una sanzione per il proprietario. L’assessore alla sicurezza Dario Rotondi (in foto) è infuriato e indignato: «il comune non poteva impedire in alcun modo l’apertura, ma si tratta di un tentativo per arrivare alla legalizzazione strisciante». E aggiunge che le dichiarazioni del proprietario sono preoccupanti: «per lui è soltanto un business. Qualsiasi droga è morte, senza se e senza ma».