Nuovo ospedale Padova, Giordani: «pronto a firmare accordo»

Dopo lo stop voluto dall’ex sindaco Massimo Bitonci arriva il via libera di Sergio Giordani al progetto del nuovo ospedale a Padova est. Il polo sanitario regionale nascerà come previsto due anni fa nella zona del casello autostradale: una struttura di avanguardia per la ricerca la cura di pazienti da tutto il Veneto e da fuori regione. Una volta terminata la realizzazione del nuovo policlinico universitario, che verrà finanziato interamente dalla Regione, si procederà alla ristrutturazione di alcuni padiglioni dell’attuale nosocomio per realizzare un ospedale di prossimità da 900 posti letto e dotato di pronto soccorso. Negli edifici ristrutturati – riporta Alessio Antonini sul Corriere del Veneto a pagina 9 – verranno potenziati lo Iov e il Sant’Antonio. Anche l’università farà la sua parte, sostenendo i costi di abbattimento degli stabili fatiscenti, riconvertendo in aule quelle che si possono salvare.

La Regione finanzierà l’ampliamento del vecchio ospedale con una cifra compresa tra i 200 e i 250 milioni di euro, accollandosi anche i costi di realizzazione del Parco delle Mura. Anche se manca ancora la firma dell’accordo, Giordani ieri ha dato l’ultimo via libera. «Sarebbe imperdonabile far passare nuovamente due anni e mezzo senza produrre decisioni vere e fatti conseguenti come è accaduto l’ultima volta – ha dichiarato -. Con i consiglieri, la giunta e il vicesindaco ci siamo battuti per quelli che riteniamo essere gli interessi di Padova e dei padovani: annuncio quindi che entro la settimana prossima, con la disponibilità e la buona volontà di tutti gli attori coinvolti, sono pronto a siglare il patto che segnerà finalmente l’avvio del rilancio della sanità pubblica padovana e delle sue eccellenze».