Ticket sanitari, pagamenti bloccati: Usl 2 diffida Intesa

Continuano i disagi dovuti allo “switch” ovvero al passaggio dei conti correnti e delle operazioni finanziarie dalle ex popolari venete a Banca Intesa. Come scrive Federico de Wolansk a pagina 9 de La Tribuna, nei giorni scorsi in tutto il territorio dell’Usl trevigiana è risultato impossibile pagare i ticket sanitari attraverso le colonnine di pagamento di Veneto Banca. A farne le spese sono stati soprattutto i più anziani non abituati al pagamento online con carta di credito.

Il servizio informazioni dell’azienda sanitaria non era al corrente della situazione e così si è dovuto limitare ad indicare agli utenti le alternative per il pagamento, ovvero Poste e uffici abilitati. Impossibile pagare il ticket anche agli sportelli della stessa ex Veneto Banca dove nessuno sapeva come rispondere alle necessità dei clienti. Intanto i vertici dell’Usl 2 sono sul piede di guerra: «il problema c’è, e va risolto quanto prima – dice il direttore generale dell’azienda sanitaria trevigiana Francesco Benazzi – abbiamo già diffidato l’istituto di credito non appena avuto informazione dei disagi, sappiamo che sono conseguenti alle difficoltà di riorganizzare conti e voci di bilancio, ma devono risolverlo subito».

(ph: thesocialpost.it)

Tags: ,