Venezia, app per non vedenti a S. Marco

Una nuova app aiuterà i non vedenti a visitare l’area marciana. Come scrive il Corriere del Veneto a pagina 13 dell’edizione di Venezia di ieri, il progetto è stato già lanciato con successo in due stazioni metro di Londra e in un centro commerciale di Barcellona ma in Italia è una novità assoluta. Una rete di sensori, chiamati “beacon” (fari) guideranno i non vedenti attraverso dei segnali via bluetooth inviati agli smartphone che li tradurranno in messaggi vocali. L’area interessata riguarda i portici di Piazza San Marco dal Caffè Todaro all’ingresso del Museo Correr ma l’idea è quella di allargare il progetto anche all’area commerciale di Mestre.

I messaggi non solo evidenzieranno gli ostacoli rigidi lungo la strada, ma daranno anche varie informazioni sui negozi e i musei lungo il percorso. L’iniziativa, sperimentata per la prima volta sabato, è parte del progetto Vate (Virtual Accessibility Turism Evolution) finanziato dalla Regione con contributi europei e a cui hanno preso parte vari soggetti pubblici e privati.

Tags: ,