Veneto Banca, sequestri per 59 milioni di euro

(13:55) Oltre 59 milioni di euro in beni sono stati sequestrati dai finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria nel corso di un blitz nei confronti di quattro imprenditori e un manager indagati con l’accusa di ostacolo alla vigilanza nell’ambito dell’indagine su Veneto Banca. Il procedimento spiccato dal gip di Roma riguarda beni immobili, tra cui 11 fabbricati e diversi terreni, auto di lusso e conti correnti riconducibili agli indagati. I quattro imprenditori sono accusati di aver ostacolato l’attività di vigilanza nella realizzazione di un’operazione cosiddetta “portage”: d’intesa con Consoli, avrebbero acquisito pacchetti obbligazionari del valore di 7,5 milioni di euro cadauno (obbligazioni facenti parte di un prestito obbligazionario emesso dalla stessa Veneto Banca), a fronte della quale l’istituto aveva assunto l’impegno di un riacquisto da lì a breve.

Al manager è invece attribuita un’operazione “baciata”, secondo l’accusa ideata con lo stesso Consoli, in virtù della quale tre soggetti estranei, non coinvolte dal provvedimento di sequestro, si sarebbero impegnati ad acquisire consistenti pacchetti di azioni di Veneto Banca ricevendo dall’istituto, quale contropartita, l’impegno a riconoscere un tasso di interesse del 3%.  (Ansa – 12:55).