Vicenza, ricatto sessuale: «se non paghi, pubblichiamo il video hard»

Una casalinga vicentina di 31 anni ha subito un tentativo di estorsione a sfondo sessuale. La giovane, di origine rumena, ha ricevuto diverse lettere minatorie: «O paghi entro il 25 dicembre oppure mettiamo su internet il tuo video hard. E lo spediamo a tuo marito». Le lettere minatorie risalgono ai giorni scorsi: la prima è stata imbucata direttamente nella sua cassetta delle lettere, seguita da due email dal contenuto simile, «preparati a pagare altrimenti quel video sarà visibile a milioni di persone», e le coordinate di un conto corrente che è risultato essere in Ucraina.

La vittima del ricatto, sposata da alcuni anni con un commerciante locale, ha denunciato il fatto alla procura. Prima di conoscere l’attuale compagno aveva avuto altre relazioni, ma – riporta Diego Neri sul Giornale di Vicenza a pagina 17 – non è stata in grado di spiegare a quando possa risalire il fantomatico video o da chi possa essere stato essere girato. Prossimamente la donna sarà sentita per comprendere se gli estorsori si siano fatti vivi, se il video incriminato sia stato spedito o diffuso su siti pornografici e, soprattutto, per accertare a quando risalga la registrazione.

(Ph. Shutterstock)

Tags: ,