Melegatti: «il Natale è salvo, grazie a tutti»

«Siamo orgogliosi di poter comunicare ufficialmente che l’obiettivo prefissato è stato raggiunto», sono le parole dell’azienda veronese Melegatti, dopo l’allarme dei giorni scorsi legato al rischio chiusura. Come riporta L’Arena, negli stabilimenti di San Martino Buon Albergo e San Giovanni Lupatoto la produzione di pandori era compromessa e si andava verso un Natale amaro. Grazie alla mobilitazione di varie associazioni e al passaparola sui social però, c’è stato un boom di vendite. I problemi economici dell’azienda rimangono seri, ma almeno il Natale è salvo.

Sono stati prodotti più di 1.500.000 pandori e panettoni, distribuiti in tutti i punti vendita nazionali. L’azienda parla di «una copertura minima ma completa ed in linea con quanto fatto negli anni precedenti. La chiusura della produzione natalizia è avvenuta il giorno 11 dicembre. Il forte rischio logistico legato alla distribuzione, nonostante l’intensa richiesta pervenuta, non ha consentito di proseguire ulteriormente. Stiamo già lavorando – conclude l’azienda – per la predisposizione del piano di Pasqua che verrà affidato a nuove forze e permetterà di compiere un altro fondamentale passo verso il completo risanamento. Grazie ai consumatori per il grande affetto dimostrato e tutti coloro che hanno contribuito a questo piccolo grande successo».