Melbourne, auto investe passanti: «non è terrorismo»

Sarebbero almeno sedici le persone rimaste ferite dopo essere state travolte da un’auto nel centro di Melbourne, in Australia. Stando alle informazioni riportate dai media locali, un SUV non avrebbe rispettato uno stop e avrebbe colpito diverse persone in Flinders Street, all’altezza di una delle stazioni principali della città. Sul posto c’è un imponente dispiegamento di forze dell’ordine, oltre a diverse ambulanze.

+++ AGGIORNAMENTO +++
«Si tratta di un atto deliberato ma le indagini sono ancora in corso», ha fatto sapere la polizia. Un portavoce ha confermato l’arresto del conducente e un comunicato diffuso via internet ha confermato anche l’arresto di un secondo uomo. C’è anche un bambino tra i feriti: è stato portato in ospedale e sarebbe in gravi condizioni.

+++AGGIORNAMENTO+++
Arrestati due individui sospetti: uno era alla guida del veicolo e avrebbe 19 anni mentre l’altro si sarebbe trovato nei pressi del Suv al momento dell’arresto e avrebbe 24 anni. La situazione è ancora poco chiara e le forze dell’ordine non si sbilanciano nel confermare se si sia trattato di un atto terroristico e sul bilancio di morti e feriti. Si ipotizza anche la presenza di una terza persona che potrebbe essere fuggita confondendosi tra la folla.

+++AGGIORNAMENTO+++
«Non ci sono prove che l’episodio abbia legami con il terrorismo». La polizia di Melbourne smentisce così l’ipotesi che il Suv che ha travolto e ferito 14 persone possa essere considerato un attacco terroristico. Il cittadino australiano di origine afgana arrestato, che era alla guida della vettura, era noto alle forze dell’ordine e secondo quanto riporta la Bbc in passato aveva avuto notevoli problemi psichici e di droga e potrebbe dunque non delinearsi l’ipotesi di un attacco islamista bensì di un gesto isolato di un folle.

Fonte: SkyTg24
(Ph. Gettyimages)

Tags: