Bassano, urne a scuola per denunciare i bulli

Tre istituti scolastici di Bassano del Grappa (Vicenza) faranno da apripista in Veneto per il progetto “BlueBox” della Polizia di Stato. Ieri pomeriggio gli agenti del commissariato cittadino, guidati dal vicequestore David De Leo, hanno consegnato tre urne a dirigenti e rappresentanti delle scuole superiori Brocchi, Einaudi e Remondini. Il progetto di sicurezza e prevenzione, disposto lo scorso settembre dal questore di Vicenza, Giuseppe Petronzi, partirà al ritorno sui banchi a gennaio: gli studenti potranno segnalare episodi di bullismo, droga, autolesionismo e violenze o per chiedere aiuto, anche in via anonima, imbucando un biglietto nelle scatole sigillate.

Nelle prossime settimane altre blue box saranno collocate in vari luoghi di aggregazione dei giovani, a partire dal Centro studi. I messaggi verranno raccolti periodicamente dagli agenti del Commissariato. «L’obiettivo – spiega il vicequestore De Leo, intervistato da Francesca Cavedagna sul Giornale di Vicenza a pagina 44  – è quello di confermare la disponibilità della polizia nell’andare incontro alle problematiche del mondo giovanile, sperando di poter essere un punto di riferimento sempre maggiore per tutti quei giovani che hanno bisogno di aiuto, anche per problematiche extra-scolastiche».

(Ph. Una vita da social / Facebook)

Tags: ,