Supermercati, ministero ambiente: «stop buste riutilizzabili»

I sacchetti della spesa si possono portare da casa, per consumare meno plastica e rispettare l’ambiente. Dall’anno prossimo però nel reparto frutta e verdura dei supermercati i contenitori dovranno essere usa e getta e a pagamento. Lo mette nero su bianco una lettera del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti: «per un coordinamento con le regole di sicurezza alimentare e igiene degli alimenti, non viene contemplata la possibilità di sostituire con borse riutilizzabili le borse fornite a fini di igiene come imballaggio primario per alimenti sfusi».

«Purtroppo, nonostante le normative europee ci spingano a cambiare stili di vita e di consumo e a ridurre i rifiuti, leggi nazionali come questa vanno, aldilà delle buone intenzioni, in tutt’altra direzione», ha dichiarato la responsabile campagne dell’associazione “Comuni Virtuosi” Silvia Ricci. In alcuni Paesi europei, come la Svizzera, i normali sacchetti per l’ortofrutta possono essere sostituiti da borse riutilizzabili.

Fonte: Fatto Quotidiano