«BpVi e Vb, fondo ristoro: risparmiatori, nessuna fretta»

Pubblichiamo il comunicato del Coordinamento associazioni banche popolari venete “don Enrico Torta”

La notte scorsa è stato approvato “l’emendamento Santini” che istituisce un fondo di ristoro per le vittime di reati finanziari. Rinviamo a prossima comunicazione, non appena la proposta diventerà legge, per analizzare a fondo il testo che, in buona sostanza – eccezion fatta per il periodo di durata con conseguente aumento della dotazione finanziaria a 100 milioni in 4 anni anziché 50 in due anni – ricalca il testo originario. Oggi, a fronte delle numerose richieste di chiarimento che sono pervenute, ci preme informare i risparmiatori che non vi è alcuna necessità di aderire ad alcuna pre-adesione e che quindi quanto pubblicizzato dalla associazione Ezzelino III da Onara è destituito di ogni fondamento giuridico e pratico. Spieghiamo perché:

1- Il “Fondo” non è ancora legge e quindi non è possibile aderire o pre-aderire a ciò che non c’è;
2- Il testo in approvazione non prevede alcuna possibilità di pre-adesione e neppure delega alcuno ad assolvere a tale ruolo;
3- Bisognerà attendere il decreto attuativo dell’approvanda legge che sarà emesso entro 90 giorni dall’approvazione della legge;
4- Non vi è alcuna previsione che consenta un privilegio cronologico collegato alla preadesione.

In buona sostanza, la richiesta / offerta di preadesione divulgata da Ezzelino III da Onara ha solo valenza organizzativa interna all’associazione. Tale associazione dichiara che protocollerà, al proprio interno, chi aderisce, per poi comunicare un numero pratica – che è esclusivamente interno all’associazione – e darà le istruzioni su cosa fare per poter accedere al ristoro previsto dalla legge che sarà votata e dal successivo decreto di attuazione emesso entro successivi 90 giorni.

Risparmiatori, nessuna fretta. Quando sarà il momento vi comunicheremo dettagliatamente cosa fare per accedere al fondo vittime reati finanziari. Auguriamo, anche con la benedizione di don Enrico, un felice Natale a tutti voi, ai vostri famigliari e alle persone che vi sono care. In queste giornate che devono essere di gioia e riflessione per tutti, ricordiamoci di essere vicini a chi soffre nel corpo e nello spirito.

Buon Natale.

Don Enrico Torta – Presidente onorario
Andrea Arman – Presidente