Ucraina scomparsa, nessuna certezza

(ANSA) – TREVISO, 26 DIC – “Nulla di nulla”. E’ la laconica risposta dell’avvocato Chiara Rinaldi, legale della famiglia del 50enne suicida residente a Cornuda (Treviso) Pascal Daniel Albanese, alla richiesta di eventuali notizie relative al ritrovamento di un corpo di donna sfigurato in un dirupo del Monte Grappa. L’uomo si è suicidato il 26 novembre scorso dopo che aveva denunciato la scomparsa di Sofiya Melnyka, la 43enne ucraina sua compagna, a cui, senza certezze, già si attribuisce la salma ritrovata, per la quale si è in attesa dell’autopsia che sarà effettuata domani o giovedì dal medico legale Alberto Furlanetto, lo stesso che ha fatto l’esame autoptico su Albanese. La salma martoriata dalle intemperie è stata trovata vestita, in posizione fetale e con vicino i resti di un sacco delle immondizie, probabilmente usato per il trasporto perché, per i carabinieri di Vicenza e Treviso che indagano sulla vicenda, è evidente che la donna è stata uccisa altrove.

Tags: ,