Fece prostituire figlia 12enne, condannata a 3 anni

Una mamma 32enne è stata condannata a tre anni e otto mesi di reclusione perché accusata di aver costretto a prostituirsi la figlia di appena 12 anni. La sentenza è stata emessa ieri al termine del rito abbreviato dal gup del tribunale di Salerno, Renata Sessa, che ha inflitto alla madre anche la pena accessoria della decadenza della potestà genitoriale.

La donna è stata condannata per le accuse di induzione alla prostituzione e di estorsione nei confronti di un cliente (un ex sacerdote), mentre è caduta quella di sfruttamento della prostituzione minorile. La donna avrebbe concesso la figlia ad un 83enne, già rinviato a giudizio, e ad alcuni suoi clienti per cifre irrisorie che variano dai 5 ai 20 euro. È stata proprio la ragazzina, che ora si trova in una casa famiglia insieme alla sorellina di un anno, a confermare l’accaduto.

Fonte: Salernotoday

Tags: