Terrorismo, l’intelligence: «Meriem è nascosta in Francia»

La padovana Meriem Rehaily sarebbe rientrata dalla Siria in Europa sotto falso nome. Lo rivela il giornale in lingua araba Al Ahdath Al Maghribia che cita fonti dell’intelligence europea. Stando al quotidiano, la 21enne che nell’estate del 2015 si era arruolata nelle fila dello Stato Islamico si troverebbe «molto probabilmente» in Francia dopo aver preso «in prestito una falsa identità».

Come scrive Andrea Priante sul Corriere del Veneto, la notizia sarebbe ancora da confermare, ma il Ros di Padova avrebbe già informato il Reparto antiterrorismo di Roma. La giovane radicalizzata è stata condannata due settimane fa dal tribunale di Venezia a quattro anni di carcere per arruolamento con finalità di terrorismo e su di lei pende un mandato d’arresto internazionale.