Zenti: «ricchi, siate generosi»

«Prendete come esempio San Zeno». Così il vescovo di Verona Giuseppe Zenti ha invitato nell’omelia di Natale ad occuparsi di poveri, immigrati e meno fortunati, sulla scia dell’ottavo vescovo della città scaligera, patrono della diocesi. Come riporta il Corriere del Veneto a pagina 3, monsignor Zenti ha chiesto ai fedeli un occhio di riguardo «nei confronti di chi ha necessità vitale di gesti concreti e di un certo peso in termini di solidarietà economica o occupazionale».

«Prego il Signore che, aprendo il cuore dei veronesi della ricchezza da aziende in ottima salute – ha continuato il vescovo – presto o tardi conceda anche a me di sperimentare la gioia che il nostro patrono, San Zeno, con orgoglio manifestava di avere quando affermava che, grazie alla generosa munificenza dei veronesi, a Verona non esistevano più accattoni e miserabili»