Impiegato molestato dalla capoufficio: denunciata

Un 31enne vicentino ha sporto denuncia per le continue avance della sua capoufficio. Il giovane precario, lavorava dal 2016 come impiegato per un’azienda nella zona di Dueville che si occupa della produzione e della commercializzazione di materiali farmaceutici. Dopo i primi tempi, la capoufficio avrebbe iniziato a pressare il collega, dapprima invitandolo a bere qualcosa al bar dopo il lavoro, poi con dei piccoli regali e invitandolo a cena a casa sua, assieme ad altri colleghi. La 40enne ora rischia di finire a processo per le ipotesi di stalking e di violenza sessuale – nell’ipotesi lieve -. Nella denuncia, il 31enne ha spiegato di aver notato l’evidente interesse della donna nei suoi confronti e di essersi trovato in forte imbarazzo, perché non ricambiava quel sentimento, ma allo stesso tempo non voleva deluderla.

Come riporta Diego Neri sul Giornale di Vicenza a pagina 19, le cose sono precipitate quando lei lo ha invitato a trascorrere una serata alle terme ha rifiutato, spiegando di essere fidanzato e di non essere interessato a una relazione: da quel momento la donna avrebbe iniziato a “vendicarsi” tempestandolo di telefonate e caricandolo di lavoro e trattandolo male. Inoltre, lo avrebbe pedinato, gli avrebbe lasciato messaggi minacciosi e avrebbe parlato male di lui a colleghi e superiori. In un’occasione, nel marzo scorso, la 40enne sarebbe arrivata a baciarlo, toccandolo nelle parti intime. A quel punto, l’impiegato si è recato dal titolare, che lo ha spostato di sede, e ha sporto denuncia.

(Ph. Shutterstock)