Pole-dancer a 67 anni: «non è mai troppo tardi» [VIDEO]

«Voglio che le persone sappiano che l’età non dovrebbe impedire a nessuno di porsi degli obiettivi e inseguire i propri sogni». Parola di Greta Pontarelli, 67enne di San Diego, che ha iniziato a praticare la pole-dance otto anni fa per contrastare l’osteoporosi, patologia diffusa ereditariamente nella sua famiglia. «Sento sempre dire “sono troppo vecchio, troppo pesante, questo o quello” e lo capisco, perché ci sono passata. Ma sono tutte scuse», afferma la pole-dancer, che ha ballato in tutto il mondo vincendo una serie di premi prestigiosi.

Greta si è iscritta al suo primo corso di pole-dance dopo essersi imbattuta in un video su Youtube. Pur avendo esperienza come ginnasta, la prima lezione è stata dura: «Non è facile come andare in bici, penso che l’istruttore avesse creduto che non sarei mai tornata, ma c’era qualcosa in quello sport che mi affascinava». Dopo anni di duri allenamenti, a 62 anni ha preso parte alla sua prima competizione a Los Angeles, competendo contro ragazze di 18 anni. In seguito ha partecipato  ai campionati americani classificandosi seconda. Da allora, ha continuato a viaggiare nel mondo per partecipare alle gare, conseguendo cinque titoli mondiali.

Fonte: Daily Mail

(Ph. Greta Pontarelli / Facebook)

Tags: