Call center, dal 2018 stop a telefonate selvagge

Il Senato ha approvato il decreto sul telemarketing selvaggio. Dal 2018 quindi i consumatori dovrebbero riuscire a prendere fiato. Non verranno abolite del tutto le telefonate a scopo commerciale, ma quest’ultimo dovrà essere esplicitamente dichiarato. Ci saranno due tipi di prefissi, uno per le chiamate commerciali e uno per le indagini di mercato o statistiche. Non verrà impedito invece a chi visualizza la chiamata persa di richiamare, consumando il credito. Una novità interessante riguarda il Registro Pubblico delle Opposizioni, nel quale possono essere iscritti numeri fissi o mobili.

Una volta iscritto, tutti i consensi dati dall’utente verranno cancellati, diminuendo la possibilità di ricevere telefonate commerciali. Quando queste si ricevono, l’operatore sarà obbligato a dichiarare dove ha reperito il numero. «Anche se la lobby dei call center ha fatto di tutto per affossare il provvedimento – ha dichiarato Massimiliano Dona dell’Unione nazionale consumatori – riuscendo ad ottenere, con il solito ricatto occupazionale, un peggioramento del testo, resta comunque un passo avanti rispetto allo status quo, importante per ridurre le telefonate moleste».

Fonte: Today.it