Valeggio Mincio, assassino voleva far trovare donna a pezzi

Emergono nuovi inquietanti dettagli sulla vicenda della donna uccisa e fatta a pezzi ritrovata in un boschetto in via Ca’ del Bosco a Gardoni di Valeggio sul Mincio sabato pomeriggio. Come scrive Fabiana Marcolini su l’Arena a pagina 10, lo sconosciuto killer avrebbe sistemato in cerchio i resti sezionati del corpo della donna (pare una nordafricana tra i 30 e i 40 anni che sarebbe già stata identificata con le imprinte digitali), ben sapendo che nell’area era presente un recinto elettrico con un cavallo da trekking argentino quotidianamente accudito.

I 10 pezzi in cui è stato diviso il cadavere della donna (mani, testa, gambe e fondoschiena sull’erba, il tronco in un sacco) sono stati piazzati in modo che venissero trovati dalla proprietaria del cavallo come poi è effettivamente successo. La vittima al momento del ritrovamento indossava solo la biancheria intima e un paio di calzini bianchi corti. I resti sono stati portati in ospedale per l’autopsia che accerterà la causa della morte avvenuta secondo gli investigatori a tra le 24 e le 48 ore prima del ritrovamento.

(ph: twiblue.com)

Tags: ,