Padova, appalti illeciti: ex comandante vigili indagato

L’ex comandante della polizia municipale di Padova Antonio Paolocci, braccio destro dell’ex sindaco leghista Massimo Bitonci, è indagato per abuso di ufficio, turbativa d’asta, corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio e induzione indebita a dare o promettere utilità. Come scrive Roberta Polese sul Corriere del Veneto a pagina 8, secondo l’accusa, tra il 2014 e il 2016 Paolocci avrebbe acquistato beni e servizi per circa 3 milioni e 800 mila euro senza rispettare la normativa sugli appalti e affidamenti della pubblica amministrazione.

Nel mirino della magistratura l’incarico da 381 mila euro per la gestione complessiva dei procedimenti sanzionatori del codice della strada, affidato alla società padovana Megasp, in associazione temporanea di imprese con la Gefil e Telerete; 261 determine della polizia locale firmate tra il 2015 e il 2016 e acquisti di auto e divise fatti in modo da non superare la soglia dei 40 mila euro che impongono il bando pubblico. Secondo l’accusa Paolocci si sarebbe affidato solo raramente al Mepa, una sorta di portale elettronico della pubblica amministrazione che consente di fare acquisti in modo trasparente.

(ph: Youtube – Reteveneta)

Tags: ,