Pfas, sindaco S. Bonifacio: «servono nuovi esami»

Il sindaco di San Bonifacio (Verona) Giampaolo Provoli torna a chiedere che i controlli sui pfas fuori dalla zona rossa comprendano anche il suo paese. Come scrive Luca Fiorin su L’Arena a pagina 24, le analisi non ufficiali effettuate nella frazione di Lobia confermerebbero la necessità di un monitoraggio. «L’amministrazione comunale e i cittadini hanno fatto quanto dovevano, anzi di più, è ora che adesso sia chi ha la competenza su questa materia a fare la sua parte, estendendo i controlli anche al nostro Comune», ha detto Provoli.

Anche il comitato “Lobia per Lobia” è preoccupato, dopo che le analisi commissionate a un laboratorio privato hanno riscontrato livelli superiori alla norma in alcuni cittadini, tra cui un bambino di 7 anni che non è stato esposto per molto tempo. «Questi risultati costituiscono purtroppo la dimostrazione che servono controlli estesi – ha detto Giuseppina Stefanello, presidente del comitato. Il sindaco manderà le analisi alla Regione chiedendo nuovamente di estendere i controlli per rassicurare la popolazione della sua zona».