2018, anno del cibo italiano: dedicato a Marchesi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il 2018 sarà l’anno del cibo italiano. Si tratta di un’iniziativa proposta dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e da quello delle politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina e avrà come punto di riferimento la figura di Gualtiero Marchesi. «Non si tratta di sottolineare solo i successi economici di questo settore che nel 2017 tocca il record di export a 40 miliardi di euro – ha spiegato il ministro Martina – ma di ribadire il legame profondo tra cibo, paesaggio, identità, cultura. Lo faremo dando avvio al nuovo progetto dei distretti del cibo. Lo faremo coinvolgendo i protagonisti a partire da agricoltori, allevatori, pescatori, cuochi. E credo che in quest’ottica sia giusto dedicare l’anno del cibo ad una figura come Gualtiero Marchesi, che ha incarnato davvero questi valori facendoli conoscere a livello internazionale».

Il progetto ‘”anno nazionale del cibo italiano” comprende una serie di manifestazioni, iniziative, eventi legati alla cultura e alla tradizione enogastronomica dell’Italia. Si parte dai riconoscimenti Unesco legati al cibo come la Dieta Mediterranea, la vite ad alberello di Pantelleria, i paesaggi della Langhe Roero e Monferrato, la gastronomia di Parma e l’Arte del pizzaiuolo napoletano iscritta di recente. Si porterà avanti anche la candidatura del Prosecco e della pasta all’Amatriciana. Saranno inoltre attivate iniziative per promuovere i paesaggi rurali storici anche da un punto di vista turistico. Si punta al coinvolgimento e alla promozione delle filiere, con un focus specifico per la lotta agli sprechi alimentari. (Fonte: Ansa 01-02 13:16)

Tags: ,

Leggi anche questo